Denis Villeneuve riesce a creare il Blade Runner 2.0, perfetto sequel per il film cult degli anni Ottanta. Dai costumi alle ambientazioni perfette, la storia, uscita ben 35 anni dopo il capolavoro di Scott, trascina un film nell’altro facendoci dimenticare i tanti anni passati dal primo racconto.

Siamo nel 2049, i replicanti non sono più ribelli come nel precedente periodo, ma i loro cacciatori, i Blade Runner, sono ancora attivi per cercare i dissidenti sfuggiti alla giustizia nel corso degli anni. Ryan Gosling è l’agente K che, cosciente della sua natura di replicante, si trova di fronte ad un miracolo: la capacità di un replicante di dare la vita. La sua missione sarà quella di rintracciare quello che era un neonato nato nel 2021 sotto gli ordini di Madame, una Robin Wright gelida e autoritaria capo della polizia, che teme che questa scoperta possa portare ad una terribile rivolta. Sarà Harrison Ford, ancora nei panni Rick Deckard, ad aiutare il protagonista nella ricerca della verità.

DA VEDERE PERCHÉ

É il sequel perfetto di un film molto amato dagli appassionati di genere.

DA VEDERE CON

Blade Runner, 1982 di Rydley Scott disponibile su Netflix