Milano viva, viva, vivissima! Così non si era mai vista!
Il Salone del mobile le dona un’aria da vera capitale europea.

La scarpinata inizia presto al mattino e subito ci dirigiamo al Salone del Mobile in fiera a Rho dopo aver attraversato l’A4, la tangeziale e tutta la città con la metro.

Devo ammettere che il Salone è ben inserito nella location della fiera di Rho, struttura splendita e futurista, ma ha sicuramente colto maggiormente la nostra attenzione il Fuorisalone che si esplora girando per la città

Vi consigliamo subito via Tortona (fermata metro Porta Genova).

Uscendo dal sottosuolo si comprende subito di essere in una zona non così turistica e se vogliamo “pulita” della città e questo già mi piace!
Si passa sopra ad un ponte pedonale che ricorda la New York delle zone del Queens e questo mi piace ancora di più.
Seguendo il flusso di persone (è impossibile sbagliare) si arriva in via Tortona piena di gente e di auto 🙁 ma ugualmente affollata e fervida di esposisizioni che si scoprono solo se ti intrufoli nei portoni e nelle viuzze.
Il tutto contornato da street runner e acrobati di strada.

Altra storia invece il Brera District, molto più elegante ma ugualmente di tendenza, dove le esposizioni sono inserite in palazzi anni ’50 che hanno ancora l’aria di essere un po’ Deco (adorable!).

Foto di copertina tratta da www.adculture.it
Qui abbiamo trovato anche qualche bel negozio vintage, ma non è ancora abbastanza.

La vera novità è stata a Lambrate, il posto di maggiore tendenza quest’anno a Milano dove presso i giardinetti in via Conte Rosso c’è stata un’esposizione intitolata “Raccontami il neo vintage”.

Vuoi che si siano ispiarti a noi?

A parte gli scherzi, vi allego subito il link di Milano today http://www.milanotoday.it/eventi/fuori-salone-2013-neovintage.html.

Alla fine come vedete ne siamo usciti vivi e anche con bottino!